Pubblicato da: mattiacivico | 16 aprile 2009

MIA MADRE MI DISSE NON DEVI GIOCARE CON GLI ZINGARI NEL BOSCO

 

CON SINTI TRENTINI

Di nomadi, di zingari, di Rom e di Sinti si parla quasi esclusivamente in termini negativi, sgradevoli. Emergono dall’anonimato solo quando la cronaca si occupa di loro o quando vi sono le proteste di qualche cittadino che mal sopporta la loro presenza. De André, che li amava per il loro essere un popolo libero, cantava “Mia madre mi disse non devi giocare con gli zingari nel bosco”: hanno sempre fatto più paura che simpatia.

Per il resto poco o nulla sappiamo di loro.

Ho ricevuto l’invito della comunità Sinta di Trento a stare con loro per qualche giorno.

Dal 16 aprile e per alcuni giorni, abitando con loro in un piccolo camper, sarò accolto dalla comunità Sinta presso l’insediamento di Spini di Gardolo.  L’obiettivo di tale permanenza è innanzitutto corrispondere ad un invito che mi è stato fatto e dare quindi un segnale personale e politico di vicinanza, di disponibilità all’incontro e di considerazione.  Sono infatti interessato a conoscere meglio la cultura della comunità Sinta e le loro condizioni di vita, per promuovere iniziative politiche e culturali che vadano nella direzione di una maggiore conoscenza e quindi una maggiore relazione pacifica fra parti diverse della stessa comunità.

Ritengo inoltre importante in questo momento costruire insieme alla comunità Sinta, alle istituzioni locali, alla cooperazione, ai mondi del lavoro, i presupposti per un abitare e un lavorare che tengano in considerazione lo specifico della loro cultura, ma che siano necessariamente rispettosi, compatibili e positivamente integrati con gli stili di vita della comunità trentina. Per questo i giorni di mia permanenza al campo saranno caratterizzati da incontri istituzionali e “di comunità”.

Sarò accompagnato in questo “viaggio” dal fotografo Alessio Coser . Una occasione per approfondire la conoscenza fra “noi e loro” e per interrogarsi insieme su quali forme di integrazione si possano concretamente prospettare, per cercare una soluzione dignitosa per tutti.


Responses

  1. […] MIA MADRE MI DISSE NON DEVI GIOCARE CON GLI ZINGARI NEL BOSCO April 2009 […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: