Pubblicato da: mattiacivico | 22 ottobre 2009

Approvato il ddl “Sinti”, per una maggiore integrazione.

Questa mattina l’Aula ha approvato il ddl “Norme per l’integrazione dei gruppi Sinti e Rom residenti in Trentino”.

La situazione attuale non è accettabile e crea un diffuso senso di insicureza, nei Sinti e nella popolazione in genere.

Il testo contiene strumenti e vincoli per favorire l’accesso dei gruppi sinti residenti in Trentino da più generazioni al mondo del lavoro, alla formazione e ad un abitare più dignitose di quello che oggi è, superando le situazioni di precarietà e illegalità.

Il campo nomadi, innanzitutto: non è un luogo dove sia dignitoso vivere, non è un luogo nel quale poter progettare un futuro migliore. I campi abusivi non sono più tollerabili.

L’area residenziale di comunità verrà assegnata a quei nuclei che, nell’ambito della propria famiglia allargata, abbiano almeno due persone che lavorano e che sottoscrivano un impegno al lavoro e alla formazione. L’abitare viene legato al lavoro e alla formazione: diritti e vincoli, diritti e doveri.

I costi: attualmente per la gestione dei campi nomadi la comunità investe circa 250.000 euro all’anno. Con questa cifra ora possiamo fare di più e meglio: politiche integrate per una reale integrazione.

Per chi vuole approfondire, allego la relazione illustrativa. 

DDL Sinti – relazione in aula

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: