Pubblicato da: mattiacivico | 23 aprile 2011

interrogazione: Villa San Pietro verrà riattivata?

 

Depositata una interrogazione sulla comunità per adolescenti Villa San Pietro.

I dati nazionali ed europei mettono in luce come l’età di insorgenza del disagio psichico è sempre più bassa e interessa una parte di popolazione sempre più ampia: episodi di scompenso psicotico e di manifestazioni di sofferenza psichica in età adolescenziale sono dunque in aumento anche nella nostra Provincia e richiedono al Servizio Sanitario Provinciale la elaborazione di progetti, percorsi e strumenti in grado di prendere in carico tempestivamente questi giovani pazienti, con la consapevolezza che curare e guarire nella stragrande maggioranza dei casi si può e quindi si deve.

 

Giovani adolescenti con disagio psichico necessitano quindi di una presa in carico da parte del servizio sanitario pubblico in grado di differenziare gli strumenti a seconda del momento clinico, della gravità e della prognosi che gli stessi presentano.

 

Accanto dunque al servizio ospedaliero, ai servizi diurni, accanto alla rete dei servizi offerti dal terzo settore, è evidente che vi è la necessità di avere a disposizione un congruo numero di posti in struttura dedicata, finalizzata alla terapia e alla cura dei giovani pazienti e che sia inserita nella filiera dei servizi offerti dall’Azienda Sanitaria e che pertanto sia sotto la responsabilità clinica del servizio pubblico.

Con questa finalità era stata avviata la comunità di Arco, a Villa San Pietro, che però, dopo un primo periodo di funzionamento, oggi appare inattiva: si chiede il perché di tael stop e se non si condivida l’urgenza di riattivare questa risorsa, attribuendo i lpersonale necessario e ristabilendo la regia pubblica.

interrogazione neuropsichiatria infantile

Annunci

Responses

  1. Volevo congratularmi con Lei per l’attenzione che sta riservando nei confronti di chi soffre di disagio psichico,vuoi adolescenti vuoi adulti, non solo in Trentino. Sono stato Amministratore e direttore del Centro Villa San Pietro per 8 anni. Ho lavorato con grande impegno e soddisfazione sia dei collaboratori che dei pazienti e loro famigliari. Le assicuro che lavorare per gli “ultimi”, poichè degli ultimi si tratta visto che spesso sono senza parenti che si interessano di loro, non hanno talvolta diritto di voto per cui senza voce, è un qualche cosa che ti prende fortemente soprattutto quando vedi che gli sforzi fatti vengono premiati da risultati positivi. Mi dichiaro a disposizione qualora potesse essre utile la mia esperienza fatta. E nel ringraziarLa per quello che sta facendo per questa causa La saluto distintamente. Fabio Zanetti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: