Pubblicato da: mattiacivico | 15 settembre 2016

se non é solidale non é economia

imageL’economia solidale é ormai un settore e una sensibilità importante e portante del nostro sistema economico. Sono in evidente crescita e diffusione le attività economiche che mettono al centro la mobilità sostenibile ed il turismo responsabile, il commercio equo e solidale, il consumo critico, la finanza etica, la filiera corta e la produzione biologica, l’edilizia sostenibile, il software libero, il riuso, il riciclo e lo scambio locale, il welfare di comunità.

Sono passati sei anni da quando con il collega Giorgio Lunelli abbiamo promosso il disegno di legge che, approvato dal consiglio provinciale, ha dato spazio e cornice a questo ambito. E sono stati anni in cui in molti hanno messo energia e creatività affinché la norma non rimanesse solo sulla carta.

Sono cambiate molte cose, soprattutto dal punto di vista culturale e ne abbiamo avuto conferma anche nelle parole del presidente della BCE Mario Draghi pronunciate a Trento in occasione della consegna del premio De Gasperi. L’economia insieme alla politica ha il dovere di promuovere equità. Non vi é coesione sociale e non vi é integrazione se permangono condizioni di povertà e disuguaglianza tra cittadini. Sono considerazioni che sei anni fa non abbiamo sentito in maniera così chiara e ampiamente condivisa.

Se questo é l’orizzonte imminente verso il quale dobbiamo sempre più convintamente procedere, é evidente che l’economia solidale assume un ruolo centrale, culturale e politico perché mette al centro le relazioni e il capitale sociale. La crescita dunque non del singolo, ma della collettività. É una economia che racconta una visione di comunità, che si interroga sulla qualità del prodotto e sul suo prezzo, ma anche e prioritariamente della ricaduta che l’attività economica ha sulla collettività in generale. E parallelamente, nel momento dell’acquisto, sta crescendo sempre più l’importanza che viene attribuita alle variabili sociali, ambientali, culturali

L’economia solidale è per prima cosa un movimento culturale, che favorisce la consapevolezza del cittadino che acquistando un prodotto rispetto ad un altro fa una scelta di valenza collettiva: esprime -per dirla con le parole del professor Becchetti- un “voto nel portafoglio”.

La norma provinciale aveva ed ha però una ambizione più ampia. Non tanto quella di sostenere una nicchia di mercato o di aiutare pochi e utopici operatori economici, ma di porre all’attenzione di tutta l’economia il fatto che condivide con la politica una grande responsabilità: quella di promuovere eguaglianza e benessere (ampiamente inteso) tra i cittadini.

In un suggestivo libro intitolato “La democrazia a rischio di usura”, Jean Francoise Mahlerbe, docente di filosofia Morale presso l’Université Laval (Quebec) e professore straordinario l’Università degli Studi di Trento, ci ricordava cosa è in fondo l’economia.

“Il greco antico ci indica ciò che le nostre abitudini mentali celano, abitudini che troppo spesso sostituiscono in noi il pensiero. Oîkos è la casa, la dimora, il luogo in cui ci si sente a casa propria»; nómos può indicare la ripartizione, l’equità (e, come significato derivativo, la «legge» che regola le ripartizioni eque). L’economia è, quindi, in senso etimologico, «l’equità, la corretta ripartizione dentro la dimora» o ancora «gli usi e i costumi che è necessario rispettare per vivere insieme armonicamente dentro la casa»

Riconoscere e sostenere i principi dell’economia solidale, sostenere le realtà che si fanno promotrici della diffusione di pratiche a vantaggio sociale ed ambientale, significa riconoscere all’economia tutta il compito di prendersi cura della casa, nostra e di tutti, cioè della comunità.

A ben vedere dovremmo dire semplicemente che se non é solidale non è economia. Facciamo che sia ogni giorno sempre più così.

Buona giornata dell’economia solidale.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: